The Slate Industry of North and Mid Wales – Italian

L’industria dell’ardesia nel Galles settentrionale e centrale

di Dave Sallery

Cava di Dinorwic, torre per teleferiche aeree e gallerie.


Contenuti di questo sito

Introduzione all’industria dell’ardesia nel Galles
Una breve storia dell’industria dell’ardesia
Geologia e tecniche di estrazione
I maggiori produttori di ardesia
Ferrovie e tranvie delle cave
Tranvie e locomotive funzionanti negli anni ’60 e ‘70
Scartamento ridotto e materiale rotabile delle cave
Esempi di binari delle tranvie nelle cave di ardesia
Locomotive a vapore nelle attuali ferrovie delle cave d’ardesia
Piani inclinati, teleferiche  e blondin
Una selezione di resti e reperti
aggiornato Aspetti dell’industria dell’ardesia – 16 argomenti
aggiornato L’industria dell’ardesia oggi
Glossario di alcuni termini dell’industria dell’ardesia
Nomi e dimensioni tradizionali delle lastre di ardesia
aggiornato Galleria fotografica – 17 pagine di immagini sull’industria dell’ardesia
Alcune foto d’archivio dell’industria
Fotografie dalla rivista “Caban”
Link a vari siti correlati

Per favore dai uno sguardo ai miei altri siti sull’industria dell’ardesia in Galles:

Rhosydd – Una cava di ardesia a Ffestiniog
Rhiwbach Quarry e la sua tranvia
La collezione Flickr sulle cave d’ardesia

La nostra homepage:  Penmorfa.com


La cava Moel y Faen, in cima all’Horseshoe Pass nel Denbighshire.  I residui della lavorazione presenti in questa cava vengono attualmente riciclati come aggregati.


Un’introduzione all’ardesia del Galles

  Lo scopo di questo sito è di fornire un’introduzione generale all’industria dell’ardesia nel Galles settentrionale e centrale. Ho provato a dare una veduta d’insieme dell’industria e dei cambiamenti che ha portato. Non si vuole parlare dettagliatamente di ciascuna cava, dato che ce ne sono varie centinaia. Clicca qui per consultare una lista di cave documentate in Galles.  Tieni in mente il fatto che molti dei siti lì elencati erano piccoli, o anche semplici tentativi di scavo. Non ho tentato di entrare molto nel dettaglio circa i metodi di estrazione, gli aspetti lavorativi e geologici, le ferrovie ben conservate, ecc. Le cave di ardesia possono essere pericolose: la roccia può essere scivolosa, i cumuli di residui della lavorazione sono instabili, le mura degli edifici sono spesso a rischio di crollo, le condizioni meteorologiche possono cambiare repentinamente, potrebbero esserci pozzi o fosse nascosti alla vista, e in caso di incidente i soccorsi più vicini potrebbero essere a chilometri di distanza. Non ho discusso delle opere sotterranee a cui è possibile accedere, dato che sono tutte pericolose. Qualsiasi esplorazione sotterranea va fatta esclusivamente con una guida esperta e usando attrezzatura professionale. Tutte le cave di ardesia sono proprietà privata, e prima di accedere al sito è necessario chiedere il permesso. Ci sono ancora molti cimeli e artefatti da vedere, spesso in un ambiente bello e selvaggio, ma per favore non prenderli senza permesso. Spero che questo sito faccia scoprire a molte persone le tecniche usate in un’industria che una volta era grande e fiera, e che le aiuti ad apprezzare ciò che ne resta oggi. Tutte le fotografie contemporanee sono state scattate da me negli ultimi vent’anni, ma il ritmo del cambiamento è tanto rapido che molte delle viste che ho immortalato non ci sono più.

Aiutami a continuare a migliorare il sito lasciando
commenti o suggerimenti.



AVVISO IMPORTANTE

Le informazioni (non le fotografie) contenute in questo sito possono essere riprodotte senza permesso se vengono attribuite al sito.   Tutte le fotografie su questo sito appartengono ai rispettivi proprietari e NON possono essere riprodotte senza previa autorizzazione.



Un tamburo per piano inclinato, i cumuli di residui della lavorazione, e dietro il villaggio. Cwm Penmachno, Gwynedd.


Pagina successiva: Una breve storia dell’industria

Torna all’indice